Togliere la muffa dai muri

Togliere la muffa dai muri

La muffa sui muri è un problema parecchio diffuso che attacca i muri di molte case, annidandosi soprattutto negli angoli creando non solo un problema di tipo estetico, ma anche un inconveniente per la salute.
La muffa è un microorganismo creato da batteri e spore, che si manifesta con le classiche macchie scure, e si genera in ambienti umidi.
Sono organismi molto difficili da eliminare, che si muovono facilmente nell’aria.

Perché si crea la muffa

La muffa crea delle colonie sui muri nutrendosi della pittura e degli intonaci, dapprima si presenta come dei piccoli puntini neri, poi, proliferando, si trasforma in macchie scure e compatte portando infine allo sgretolamento delle pareti che ne sono infestate.
La muffa si crea in ambienti umidi, dove manca il ricircolo dell’aria, dove c’è condensa a causa delle differenti temperatura tra interno ed esterno; le pareti con un cattivo isolamento termico sono soggette alla creazione di muffa; ma anche un riscaldamento eccessivo in inverno o un eccessivo uso del condizionamento in estate possono creare un ambiente idoneo alla proliferazione della muffa.

Come prevenire la muffa

Puoi mettere in pratica diversi espedienti per prevenire la muffa: arieggiare adeguatamente l’ambiente ogni giorno, controllare il livello di umidità con un termometro adatto, in modo da tenere sotto controllo la percentuale di umidità.
Si può utilizzare un deumidificatore che assorbe la condensa dall’ambiente, bisogna evitare di far asciugare i panni in casa, sui termosifoni e si possono installare cappe di aspirazione e ventole di riciclo aria in cucina e bagno.

Come eliminare la muffa dai muri

Per eliminare il problema muffa dalle pareti bisogna innanzitutto ridurre l’umidità degli ambienti.
Ci sono poi dei prodotti che possono aiutare.

A dispetto di quello che si crede è meglio evitare la candeggina, piuttosto
si possono tinteggiare le pareti con adeguate pitture antimuffa che lasciano traspirare i muri.
Esistono poi degli espedienti naturali che aiutano ad eliminare la muffa.

Potrai diluire bicarbonato di sodio in acqua e spruzzare il composto sulle pareti; un altro espediente è creare una soluzione con 100 ml di aceto e 12 gocce di olio essenziale di melaleuca, o tea tree, e vaporizzarlo poi sul muro lasciandolo agire, dopo di che puoi procedere a rimuovere i residui con un panno.

Per evitare la formazione di muffe è consigliabile, ogni 4 mesi, passare sui muri una soluzione di acqua e aceto che elimina i batteri responsabili delle muffe; o ancora puoi provare a posizionare nelle stanze più soggette a questo problema un contenitore con sale grosso dentro che cattura l’umidità.

Esistono poi delle soluzioni fai da te per evitare i prodotti chimici, puoi preparare un antimuffa naturale sciogliendo 2 cucchiai di acqua ossigenata, 2 cucchiai di sale fino e 2 cucchiai di bicarbonato in 700 ml di acqua, dopo di che spruzza sulle superfici strofinando con uno spazzolino per eliminare la muffa.